Roberta Bruzzone, me e Adriana Prazio 

“E chi me lo doveva dire di pranzare con la grande crimonologa, personaggio televisivo, opinionista e psicologa forense italiana, e

chi ne ha più ne metta?

Sì, proprio Lei, Roberta Bruzzone!

In molti mi chiedete: “hai conosciuto La Bruzzone”?

Io non so che idea televisiva vi siete fatti su questo personaggio, però posso pubblicamente dirvi che..

Oramai, conosciamo il suo valido modello di Donna, ma è anche una “donna come noi”!

Ho partecipato ad un suo convegno, sia da cantante che da spettatrice, e mi ha trasmesso  forza e determinazione,

trattando argomenti di forte spessore, che già conosciamo, appunto, la tragica violenza sulle donne.

Uno dei libri che ho letto di recente, scritto da Roberta ed Emanuele Florindi, avvocato,

dal titolo “IL LATO OSCURO DEI SOCIAL MEDIA”, parla di quella popolazione online di vario genere, a volte NON brave, e di

quella cronaca nera che spesso racconta storie che mostrano con quanta rapidità e facilità ciò avviene sui social media e può

trasformarsi in una vera e propria scena del crimine.

Diverse le domande poste in questo testo, una tra tante:

*Quale protezione è possibile contro chi usa questo genere di sistemi contro di noi?

Vi consiglio di leggerlo perchè contiene consigli utili per sopravvivere nella giungla dei social media e nella vita fatta da molteplici

spettri nascosti 😉 “.

Roberta