Arturo Zitelli, anno 1977, durante la tournée di Gigliola Cinquetti in sud America

Arturo Zitelli opera nel settore della musica leggera dal 1967, anno in cui è entrato a far parte della grande famiglia editoriale “Sugarmusic” nonché “CGD”, Casa Discografica a Milano, rivestendo le funzioni di curatore editoriale del repertorio estero acquisito per l’Italia, fino al 1973.

Successivamente fino al 1985 è passato all’esecutivo delle produzioni discografiche (Ufficio artistico) nella stessa CGD collaborando, per la realizzazione e la supervisione musicale, con i più prestigiosi nomi della scuderia quali Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri, Gigliola Cinquetti, Raffaella Carrà, Pooh, Ivan Cattaneo ed altri.

In relazione a quest’ultimo ha effettuato la realizzazione musicale dell’album “Italian Graffiati”, abile e coraggiosa impresa per quei tempi, per l’originalità degli arrangiamenti, con oltre 4OO.OOO copie di LP vendute.

Successivamente lo scrivente, ha fatto sia realizzazioni corali e musicali per diversi spot televisivi, anche per conto della Coca-Cola, sia sigle televisive: Alan Ford di cui è stato realizzato un lungometraggio a cartoni animati, Il cappello sulle 23 ( RAI DUE ) con il brano “So Sorry”, nonché Zorro nel 1977, riconosciuta tra le sigle televisive più note per la quale, infatti, il sottoscritto è stato invitato nel settembre 2000 da ITALIA 1 a partecipare alla trasmissione televisiva MA CHE MU’…. presentato da Paola Barale.

Nel 1978 ha anche realizzato, in qualità di autore e cantante, un album in lingua inglese dal titolo “Last Love” contenente il brano “Maria Helena” che ha partecipato al Festivalbar dello stesso anno e allo Spring Festival di Tel Aviv 78 classificandosi al II°posto.

Nel 1990, insieme ad Antonio Bella, avvia un progetto musicale in lingua siciliana di 12 brani, con il trio “Polymenes”, composto da Claudio Di Pietro, Giuseppe Leggio e Davide Di Pietro, che sfocerà successivamente con un grande evento trasmesso in Tv, su RAI 3, dal titolo “Montagne Verdi”, condotto  da Gianni Bella con ospiti di fama come Biagio Antonacci, Italian Sound, Aida Satta Flores ed altri.

Si è sempre dedicato alla composizione musicale di canzoni e nel 1992 approda a SANREMO con il brano “Non è colpa di nessuno” cantato da Rita Forte, nel 1995 gli “Stadio” gruppo musicale presenti a SANREMO 99, pubblicano il CD “Di volpi, di vizi e di virtù” in cui è compreso il brano “Ti perdonerei” di cui il sottoscritto è autore relativamente alla parte musicale.

Dal 1987 opera nel settore discografico Catanese inizialmente presso la Nuova Ciminiera, poiché già socio dal 1980 di Antonio e il fratello cantante Gianni Bella, poi successivamente, dall’anno 2005, in proprio in quanto lo scrivente costituisce l’Art Music Produzioni Musicali. Nell’ambito delle attività artistiche relative al territorio Siciliano è stata effettuata dal sottoscritto l’organizzazione e produzione di spettacoli itineranti, apprezzati dal pubblico e dalla critica per lo spessore artistico-culturale quali: “ F. De Andrè – la vita , le opere”, “ L. Battisti e le sue canzoni”, “Aurevoir tabarin” – (opere cabarettistiche). In ambito nazionale ha continuato a prestare la propria collaborazione richiesta da RAI 1 – CANALE 5 – ITALIA 1 e RAI 2, in qualità di referente artistico per la Sicilia e/ o per realizzazioni e consulenze musicali, rispettivamente per le trasmissioni televisive “SANREMO GIOVANI” -“ RE PER UNA NOTTE” – “POP STAR 2000-2001” e “AL POSTO TUO”.

Nel 2002 produce un giovane talento Catanese “ENEA” facendolo approdare fino alle finali di Destinazione Sanremo – RAI 2 – con i brani: “Non è così” e “Innamorarsi” composti dallo scrivente per la parte musicale. Arturo Zitelli ha realizzato, e continua a realizzare, vari spettacoli musicali itineranti collaborando con Enti Locali, Regione Siciliana e Provincia Regionale di Catania. Nell’anno 2005/2006 lo scrivente è stato promotore dell’iniziativa didattica “Corso Base di tecnica della registrazione digitale del suono”, svoltosi infatti presso l’Art Music e realizzatosi con il sostegno e riconoscimento della Provincia Regionale di Catania, con l’obiettivo di formare giovani specializzati nel registrare il suono a livello professionale con i sistemi informatici, in presa diretta microfonica e via midi, che utilizzano sia P.C. sia computers professionali quali il Power Mac G4 e/o dotati di scheda audio come il Pro-Tools Digi 001 o altri similari. Negli anni 2006/2007 e 2007/2008 sempre con il contributo accordato dalla Provincia Regionale di Catania, sono stati realizzati e svolti due edizioni del “Corso Avanzato di tecnica di registrazione digitale del suono” attraverso l’utilizzo delle Digital Audio Workstation (DAW) e dei mixer Yamaha 02R96 e SONY DM 100. Per il consenso giovanile richiamato dalla tipologia delle materie trattate, il percorso di studio previsto e proposto ha dimostrato essere il più idoneo ad offrire sbocchi occupazionali veramente reali, proprio per la grande risonanza che si è avuta nel settore informatico relativo la registrazione del suono, anche per i costi resi accessibili a tutti gli interessati. Infatti, i giovani “formati” potranno lavorare presso il proprio Studio, presso la propria abitazione (Home Recording), o presso le Televisioni pubbliche/private, le Radio, i Teatri, presso Società che producono pubblicità Audio o che gestiscono la registrazione digitale del suono (Studi di Registrazione). Dall’anno 2007 il sottoscritto collabora, per la composizione della parte musicale dei brani, con il cantante di risonanza nazionale Gigi Finizio. Il sottoscritto è stato inoltre incaricato, nell’anno 2008, nell’attività di docenza per il Progetto formativo “Le Aci raccontano”, finanziato dall’Assessorato Regionale del Lavoro e della Formazione Professionale, attuato dall’Ente di formazione I.R.A.P.S. (Istituto di ricerche e applicazioni psicologiche e sociologiche) in riferimento al modulo “Progettazione Realizzazione e Gestione Eventi Culturali”.

Gli anni 2016-2017 segnano una tappa sociale importante; Insieme a “Neuridi” avvia un progetto dedicato alle donne, vittime di violenza. “Sospesa”, un brano scritto per Roberta Di Pietro, cantante Siracusana, inserito in tutti i circuiti nazionali, il cui scopo è quello di sensibilizzare questa triste realtà che affligge la società di oggi.